Come dicevo, ogni gioco ha le sue regole. E anche se D.LAB vuole essere “il vostro spazio”, è importante rispettare insegnante, compagni e soprattutto questa nobile disciplina che è la danza.

Pertanto, invito tutti gli allievi, e i genitori, a leggere con attenzione quanto segue:

 

  1. La pratica della danza è uno studio. I corsi seguono un andamento pari a quello scolastico: i giorni festivi sono gli stessi del calendario vigente nelle scuole d’istruzione. Potrete interrompere la frequenza in qualsiasi momento, ma capirete che (salvo eccezioni) non è utile ricavarsi una “pausa di riflessione” durante l’anno. Sarebbe come assentarsi da scuola per diversi mesi e pretendere di essere al passo col programma.
  2. Frequentare una scuola di danza (anche per puro diletto) è un impegno. Vi chiedo costanza nella presenza alle lezioni, per rispetto dei compagni e del lavoro in corso d’opera.
  3. Vi raccomando puntualità alle lezioni. Arrivare anche solo 5 minuti dopo l’inizio dell’ora significa perdere il momento più importante: il riscaldamento, ossia ciò che avvia il “motore” del nostro corpo. Se vi è possibile, avvisate della vostra assenza o di quella dei vostri figli mediante sms, mail o messaggio Facebook.
  4. Gli allievi sono invitati a tenere un comportamento dignitoso, in sala e negli spogliatoi, evitando atteggiamenti che rechino disturbo o che possano danneggiare strumenti od oggetti.
  5. L a danza, salvo qualche speciale occasione, non richiede impegni nel fine settimana. Potrebbe capitare tuttavia, a ridosso dello spettacolo di fine anno, di dover occupare qualche ora nel week end per prove extra. Cari genitori e cari ragazzi, vi chiedo gentilmente di non organizzare gite fuori porta negli unici due sabati o domeniche in cui potrei aver bisogno di qualche ora in sala. Avete tutto l’anno per le scampagnate!
  6. A D.LAB non è richiesto un abbigliamento istituzionale per frequentare le lezioni. Di sicuro dovrà essere idoneo al tipo di attività: comodo per il movimento e che permetta all’insegnante di verificare la corretta esecuzione degli esercizi. In poche parole, evitate gli abbigliamenti oversize.
  7. Per l’iscrizione ai corsi è necessaria la certificazione medica di buona salute. Chiedo ai genitori, poi, di segnalare eventuali particolarità legate allo stato di salute del figlio.
  8. Per la frequenza dei corsi vi sarà richiesta una quota d’iscrizione, valida per  tutto il periodo di durata delle lezioni.
  9. La quota si versa mensilmente. Corrisponde ad un importo annuale suddiviso per i mesi dell’anno accademico. Ecco perché mesi più lunghi e mesi più corti hanno lo stesso costo.
  10. I pagamenti vanno effettuati entro il 5 di ogni mese. Per fini organizzativi si raccomanda la massima puntualità.
  11. Le lezioni perse per assenze dell’alunno non possono essere scalate dalla retta mensile. Possiamo però concordare eventuali recuperi ove possibile.
  12. Cari genitori, capirete che, per non distrarre i vostri bambini, non è possibile assistere alle lezioni. Tuttavia, in casi particolari, potete accomodarvi nel salottino al piano inferiore e attendere lì la fine dell’ora.  Nessun problema se i bambini dovranno attendere il vostro arrivo, tuttavia la scuola non risponde di quanto possa capitare in una prolungata attesa.
  13. Per comunicazioni particolari, durante l’anno potranno essere consegnati agli allievi degli avvisi. Siete pregati di prendere visione degli avvisi consegnati.
  14. Il saggio di fine anno non è obbligatorio. Tuttavia rappresenta un momento molto importante per la crescita dell’allievo. Le emozioni più belle, per ogni danzatore, sono quelle che si provano in palcoscenico.
  15. D.LAB non si assume alcuna responsabilità per gli oggi smarriti o dimenticati. Siate accorti: non abbandonate oggetti di valore negli spogliatoi.
  16. D.LAB si impegna a non divulgare i dati personali degli allievi, nel rispetto delle norme vigenti.

 

Scarica qui il regolamento in pdf.